Sunday 28 May 2017

I LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELLA "EX LATTERIA"

La Pro Loco di Pantianicco proprietaria dell’immobile denominato “Ex latteria“ ha programmato una serie di interventi per recuperare e restaurare l’intero complesso da destinare ad attività pubbliche di carattere sociale culturale.

Il recupero di detto immobile ha avuto come obbiettivo anche quello di conservare una struttura che pur non svolgendo l’attività per cui era stata costruita, ha una sua funzione di valore di riferimento storico legato ad un’antica tradizione di attività agricola locale. L’edificio oggi è usato parzialmente per l’attività legata alla rassegna Regionale della Mela” ed altre iniziative; l’intento è quello di recuperare interamente l’immobile mantenendo le sue caratteristiche tipologiche ed architettoniche, trasformando solo le destinazioni d’uso dei singoli vani.

Il recupero dell’edificio, per la parte già realizzata e per quella da completare, è progettato nel pieno rispetto del mantenimento tipologico dell’immobile costruito negli anni 1932-1934 e catalogato presso il Centro Regionale di catalogazione e restauro dei beni culturali di Villa Manin di Passariano.

Le finalità dell’intervento sono quelle di ottenere locali adatti all’attività della Pro Loco, come deposito e magazzino al piano interrato, mentre al piano rialzato una sala mussale- didattica sulla lavorazione del latte, e a tale scopo sono state conservate tutte le attrezzature fondamentali del ciclo di lavorazione stessa.

Il locale adibito alla lavorazione del latte è stato trasformato in una capiente e attrezzatissima cucina, capace di rispondere a qualsiasi esigenza.

Al primo piano, esclusa la parte attualmente destinata a centrale telefonica della Telecom al servizio del Comune di Mereto, è stata ricavata una sala da destinare ad attività amministrative della Pro Loco e alla neo- costituita Casa del Sidro raggiungibile sia attraverso il vano scala esistente sia attraverso un ascensore che consente anche l’accesso alle persone portatrici di handicap. La garanzia dei lavori strutturali che sono stati eseguiti sulla base di calcoli che hanno tenuto conto delle norme tecniche per zona sismica di seconda categoria (S=9) è che sono stati regolarmente collaudati. Gli impianti, le reti idriche e sanitarie sia interne che esterne sono state completamente rifatte e sono stati realizzati nuovi servizi igienici di cui uno al piano terra per il personale e due al primo piano, compreso quello per portatori di handicap. Gli impianti termici di nuova installazione sono stati progettati nel rispetto delle prescrizioni per il contenimento del consumo energetico, come previsto dalla legge 10.

E’ stata completata la sistemazione delle linee esterne Enel e Telecom con collegamenti interrati togliendo in tal modo alcune servitù all’edificio. L’impianto elettrico è stato progettato per garantire in ogni sua parte la massima flessibilità e praticità d’utilizzo, la totale sicurezza per persone e apparecchiature utilizzatrici e la più comoda concezione per eventuali ampliamenti.

 

L’impianto elettrico è stato progettato per garantire in ogni sua parte la massima flessibilità e praticità d’utilizzo, la totale sicurezza per persone e apparecchiature utilizzatrici e la più comoda concezione per eventuali ampliamenti.

Oltre ai lavori strutturali e il restauro delle facciate esterne già realizzati, il programma progetto prevede il rifacimento dei serramenti mantenendo le tipologie esistenti. La Pro Loco è orgogliosa di aver raggiunto un importante obbiettivo: quello di ridare alla comunità di Pantianicco un bene immobile, patrimonio di tutti, nella sua forma originaria con lavori che per alcune parti hanno richiesto tecniche di vero restauro.

Tutto ciò ha richiesto un notevole impegno da parte della Pro Loco, anche dal punto di vista finanziario, coperto almeno in parte da uno specifico contributo regionale previsto dalla L.R. 1/2003. L’edificio si presenta oggi nella sua completezza formale architettonica, come una struttura utilizzabile per svariati usi a servizio della comunità. E’ merito della Pro Loco e di tutti quelli che in qualsiasi modo, chi più chi meno, sono riusciti a dedicare tempo, disponibilità e professionalità, quello di aver recuperato questo edificio quale memoria storica di Pantianicco.